Da “Il Messaggero” del 20/04/2021: Celebrità contro il cyberbullismo

Da “Il Messaggero” del 20/04/2021: Celebrità contro il cyberbullismo

di Lucilla Quaglia, su Il Messaggero del 20/04/2021

 

La violenza minorile: giuristi e psicologi riflettono in streaming su questo odioso fenomeno, sempre più frequente. Complice la presentazione virtuale del libro “Modelli etico valoriali per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo”, firmato dall’avvocato Maurizio Colangelo e dalla psicologa Rosj Guido. “Queste aggressioni – dice Colangelo ­ sono sintomo di decadenza morale: gli adolescenti non sono seguiti come dovrebbero dalle famiglie, troppo coinvolte dal lavoro. Le conseguenze giuridiche sono elevate perché l’atto di immaturità provoca un’azione di risarcimento. E l’esposizione delle famiglie, spesso disagiate. Ecco perché la reintroduzione dell’educazione civica a scuola implica che i ragazzi riprendano in mano la propria vita e capiscano eventuali conseguenze. I professori omertosi potrebbero essere sanzionati”. C’è paura di denunciare? Chiede il moderatore dell’evento, Gianluca Scarnicci. “Il fenomeno deve essere controllato. E deve intervenire chi di dovere con tutte le garanzie di tutela”. Alcuni brani del testo sono letti dall’attrice Bianca Nappi, nel corso dell’incontro. “Cyberbullismo e bullismo – aggiunge la Guido ­ rappresentano un problema di salute pubblica”. “Gli strumenti del cyberbullismo – aggiunge l’avvocato Elisabetta Rampelli ­ possono raggiungere giorno e notte la vittima, scelta perché non è in grado di difendersi”. In collegamento anche Lucia Ercoli, responsabile Istituto Medicina solidale, il sociologo Francesco Rao e l’antropologo Alessandro Bertirotti.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

RESTIAMO A CASA!
Questo è l'invito delle autorità in un momento delicato per tutti. E' una misura necessaria per contenere il contagio, aderiamo TUTTI alle indicazioni con senso di responsabilità. Aderiamo tutti: piccoli, giovani e grandi LIMITIAMO IL CONTAGIO STIAMO A CASA! E RISPETTIAMO QUESTE SEMPLICISSIME REGOLE Evitiamo spostamenti inutili Laviamoci spesso le mani Non mettiamo le mani in bocca e negli occhi Evitiamo di darci la mano Troverete maggiori dettagli sul poster del Ministero della Salute che vi invitiamo a leggere con attenzione
Medicina Solidale ricerca una neuropsichiatra infantile
per il centro Fonte d'Ismaele a Roma, inquadrabile in un normale rapporto di lavoro a contratto e non in regime di volontariato.
Le candidature dovranno essere inviate all'indirizzo email: