Al Tuscolano il centro “Fonte d’Ismaele” per i minori fragili ricordando Padre Dall’Oglio

Al Tuscolano il centro “Fonte d’Ismaele” per i minori fragili ricordando Padre Dall’Oglio

Promosso da Medicina Solidale e Dorean Dote con il sostegno dell’Elemosineria Apostolica

ROMA – Viene inaugurato il centro “Fonte di Ismaele”, in un’ala della storica sede della scuola delle Figlie di Maria Ausiliatrice al Tuscolano concessa in forma gratuita proprio per la realizzazione di un’opera di carità.

Il centro viene intitolato idealmente all’opera e all’impegno di Padre Paolo Dall’Oglio che proprio con “Fonte d’Ismaele” vuole ricordare un tema caro al religioso gesuita, che vedeva nell’esclusione di Ismaele una situazione esistenziale in cui “Dio si era reso presente dandogli l’acqua necessaria per attraversare il deserto”. Oggi troppi “piccoli Ismaele” sopravvivono nel deserto delle periferie delle nostre città.

I lavori di ristrutturazione sono stati resi possibili da una generosa donazione della famiglia del dott. Valerio Cicconi impegnato fino alla fine della sua vita nell’assistenza dei più fragili e delle persone senza fissa dimora. A lui è dedicato l’ambulatorio pediatrico di “Fonte di Ismaele”.

Fonte d’Ismaele è dedicato al sostegno e all’ascolto delle persone di età minore ed è realizzato dalle associazioni “Medicina Solidale” e “Dorean Dote” in collaborazione con l’Elemosineria Apostolica.

All’inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, il Card. Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa, Mons. Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena-Colle Val D’Elsa-Montalcino e presidente dell’associazione Dorean Dote, Lucia Ercoli, coordinatrice dell’Istituto di Medicina Solidale, Mariella Enoc, presidente dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, Veronica Mammì, assessora al Sociale di Roma Capitale, Francesca Dall’Oglio, sorella di Padre Paolo Dall’Oglio, Paola Danese, presidente del Forum del Terzo Settore del Lazio, David Lo Bascio, direttore del Centro Oratori Romani.

Il Centro Fonte d’Ismaele è rivolto a donne e bambini che si trovano in condizione di emarginazione sociale e che chiedono di essere accolti tutelati e curati senza frapporre ostacoli di natura economica, burocratica, culturale, etnica e religiosa. Il Centro si propone come Servizio sociosanitario integrato a bassa soglia di accesso, erogato da personale medico volontario altamente qualificato, di un Point of Care per la diagnostica, di una farmacia interna, della distribuzione di presidi tra cui alimenti per l’infanzia, di attività integrative sociali rivolte a sostenere l’infanzia povera e marginale (In allegato la brochure con gli orari e i servizi).

In collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sono previsti anche il sostegno psichiatrico e psicologico per i più piccoli.

“Fonte d’Ismaele”, dunque, vuole essere un Centro di assistenza e cura, totalmente gratuito, dedicato principalmente ai bambini e alle donne che vivono in condizioni di estremo disagio sociale.

Obiettivo prioritario è garantire cure gratuite e sostegno sociale, per far sì che nessun minore sia privato del diritto all’infanzia.

Tutto questo anche grazie all’azione del L’Osservatorio Fonte d’Ismaele che nasce su iniziativa dell’Associazione Medicina Solidale, che da 16 anni si occupa della tutela dei minori vulnerabili, per dare voce ai diritti negati dei fanciulli incontrati nel corso della sua attività. Si occupa in particolare di progetti di sorveglianza igienico-nutrizionale a tutela della malnutrizione infantile e nel contrasto alla disuguaglianza nella cura dei bambini non regolarmente presenti sul territorio nazionale. Così l’Osservatorio Fonte d’Ismaele nasce il 18 Dicembre 2018 attraverso un Protocollo d’Intesa tra il Vicariato di Roma, l’Associazione Doreeàn Dote – Onlus e l’Associazione “Istituto“Istituto di Medicina Solidale” – Onlus.

L’Osservatorio intende operare come soggetto capace di interloquire, indirizzare e promuovere presso le istituzioni civili gli interventi educativi e sanitari necessari in favore dei migranti minori. Si impegna nel fare da collegamento tra i soggetti competenti e i bisogni dei migranti minori facilitando l’accesso agli aiuti disponibili nel proprio territorio.

Gli obiettivi saranno:

• Monitorare all’interno della città di Roma le situazioni di disagio dei migranti minori e per promuovere e coordinare gli aiuti necessari in tale ambito.

• Promozione di giornate di studio e di diffusione delle problematiche vissute dai migranti minori e per la sensibilizzazione e l’aiuto, in tale ambito, alle famiglie richiedenti l’affido dei minori in condizioni di fragilità.

• Promuovere giornate dedicate alla tutela della salute dei migranti minori.

UFFICIO STAMPA MEDICINA SOLIDALE

— Agenzia Comunicatio
Via di Porta Cavalleggeri 127, Roma 00165 Tel. 06.87.77.76.09
Fax. 06.83.79.68.85
Gianluca Scarnicci 320.43.43.394
Matteo Guerrini 345.11.67.736

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

RESTIAMO A CASA!
Questo è l'invito delle autorità in un momento delicato per tutti. E' una misura necessaria per contenere il contagio, aderiamo TUTTI alle indicazioni con senso di responsabilità. Aderiamo tutti: piccoli, giovani e grandi LIMITIAMO IL CONTAGIO STIAMO A CASA! E RISPETTIAMO QUESTE SEMPLICISSIME REGOLE Evitiamo spostamenti inutili Laviamoci spesso le mani Non mettiamo le mani in bocca e negli occhi Evitiamo di darci la mano Troverete maggiori dettagli sul poster del Ministero della Salute che vi invitiamo a leggere con attenzione
Medicina Solidale ricerca una neuropsichiatra infantile
per il centro Fonte d'Ismaele a Roma, inquadrabile in un normale rapporto di lavoro a contratto e non in regime di volontariato.
Le candidature dovranno essere inviate all'indirizzo email: